Recensione album A.A.V.V. – “Feels Like Home. Linda Ronstadt’s Musical Odyssey” di Marcello Matranga, Fonte Thelongjourney, 2022

Questo CD, oltre ad essere un bellissimo viaggio musicale ricco di fascino e nostalgia, è anche una sorta di album dei ricordi attraversato dalle canzoni che hanno ispirato Linda Ronstadt curato dall’artista stessa e dal fondatore della Putumayo World Music, Dan Storper.

L’album si fonda sulle canzoni che maggiormente hanno influenzato l’infanzia e la carriera della Ronstadt, ma anche attraverso alcune sue interpretazioni di canzoni classiche messicane che hanno avuto un’importanza straordinaria per lei. Al progetto hanno collaborato figure di assoluto riferimento musicale come Lalo Guerrero, Ry Cooder, Jackson Browne, Dolly Parton, Emmylou Harris, Neil Young, Taj Mahal, David Hidalgo, Los Cenzontles.

Le canzoni presenti nella raccolta musicale, onestamente tutte bellissime, illustrano le influenze che hanno contribuito a plasmare Linda Ronstadt nell’artista che è diventata. Lalo Guerrero, noto per essere il padre della musica chicana, faceva spesso visita al padre di Linda, Gilbert, suo grande amico, insegnando a lei e ai suoi fratelli le canzoni tradizionali messicane. Qui, in collaborazione con Ry Cooder, Guerrero canta Barrio Viejo, una canzone struggente che ci racconta della scomparsa di vecchi quartieri e modi di vita ormai desueti.

Per la Ronstadt, la sua casa è sempre stata un luogo di creatività e si unisce ai suoi fratelli, Peter e Mike, per cantare la struggente El Sueño. Seguono i Los Cenzontles, uno dei gruppi più importanti della musica roots, con la canzone folk messicana Palomas Que Andan Volando. La famiglia Ronstadt continua a brillare con la successiva Canadian Moon, qui in una versione inedita dei membri della famiglia noti come P.D. Ronstadt & The Co.

La storia di fondo che permea l’album, e che la Ronstadt affronta nel suo libro, prende spunto dalla regione di Sonoran che è stata a lungo la patria di indigeni, messicani e abitanti del Sud-Ovest che vivevano e lavoravano nelle immediate vicinanze.

E mai come oggi il messaggio che si evince chiaramente dall’ascolto di questo disco e dal libro, si basa sull’importanza dell’apertura e dell’accettazione culturale di chi vive a sud della nostra latitudine, senza nutrirne timore.

Across the Border è una canzone d’amore con riferimenti alla fuga, messa in forma canzone da Linda Ronstadt con la straordinaria Emmylou Harris.La loro interpretazione di questa composizione di Bruce Springsteen vede la partecipazione di Neil Young, all’armonica. The Dreamer di Jackson Browne, con i Los Cenzontles, racconta la triste storia di una famiglia divisa dal confine e dalle ingiuste leggi sull’immigrazione. I Los Cenzontles tornano con Naninan Upirin, cantata nella lingua indigena P’urhépecha e che mostra la tradizione musicale folk di questo antico popolo e la sua cultura.

La dolcemente malinconica canzone folk degli Appalachi I Never Will Marry, eseguita da Linda Ronstadt con Dolly Parton, è una splendida ballata dal sapore messicano in grado di spezzare il cuore.
Il disco si avvia alla fine con le ultime due canzoni: Piel Canela vede Linda e la sua band interpretare un altro stile musicale latino che era sempre presente nella sua casa d’infanzia, il mambo cubano.

Ancora i Los Cenzontles vengono affiancati da David Hidalgo (Los Lobos) e dall’icona del folk e del blues Taj Mahal, che interpretano Voy Caminando, il viaggio di un giovane migrante verso il suo sogno.
La confezione del CD include una scheda per il download dell’album ed un booklet con un’introduzione di Linda, zeppo di informazioni interessantissime.

Feels Like Home: A Song for the Sonoran Borderlands, è un affascinante libro di memorie sulla crescita di Linda nelle terre di confine del Sud-Ovest, ricche di cultura. Insieme, il libro e l’album evocano il magico panorama del deserto di Sonoran e offrono un tour personale dei ricordi e della musica della regione in cui Linda Ronstadt è cresciuta.

Il libro, scritto dalla Ronstadt e da Lawrence Downes con fotografie di Bill Steen, è disponibile nelle librerie di tutto il mondo, ed online e su heydaybooks.com. Nell’attesa di poterlo leggere, qui c’è uno dei dischi più belli e struggenti dell’anno.
E non solo negli stretti confini di un genere.

Putumayo World Music (Folk, 2022)

Marcello Matranga, Fonte TLJ, 2022

Ascolta album ora