Tony Rice, Larry Rice, Chris Hillman & Herb Pedersen - Running Wild cover album

L’intro iniziale lascerebbe intendere di aver inserito nel lettore un disco bluegrass pubblicato da uno dei tanti buoni gruppi del Sud Est, non fosse che dopo soli 10 secondi arrivi, a dissipare tale impressione, la voce di Chris Hillman. Quando poi, al momento giusto, giunge il ritornello, il coro non lascia dubbi: siamo in California.
Ma non è certo questa la sorpresa, conosciamo bene i signori della band e il suo sound, la novità risiede nella scelta dei brani, qui più varia rispetto ai due lavori che hanno preceduto questo disco. Varia e centrata, tanto da rendere Running Wild, a mio avviso, l’album meglio riuscito del quartetto.

You’re Running Wild, vecchio hit dei Louvins, rivive ancora una volta in tutto il suo splendore, in un arrangiamento elettro-acustico dove mandolino, fiddle e pedal s’intrecciano sostenuti da contrabbasso e batteria.Lennon & McCartney, diffusamente utilizzati anche in ambito country, sono gli autori di Things We Said Today, cantato da Larry. Segue, tanto per variare ulteriormente, 4 + 20 di Stephen Stills, compagno d’avventura di Hillman nei Manassas. Dal bluegrass ‘californiano’ al country anni ’50, dal pop inglese d’autore a quello americano: gran varietà, si diceva, e siamo solo all’inizio.

Si torna nella West Coast col country di Two Of A Kind, ed è la volta di Pedersen, il top vocalist del combo, sempre a mio avviso. Secondo bluegrass del CD è Just Passin’ Through: Hillman l’ha scritto, Hillman lo canta. Poi un toccante, tipico brano originale alla Rice, eseguito da Larry, che fa pensare al Tony cantante. La malinconia scompare grazie a ‘un’ Buck Owens, a ‘due’ Jim & Jesse e…
L’attesa per il loro prossimo lavoro può anche essere lunga, con in mano Running Wild, un album che ci fa ascoltare i Laurel Canyon Ramblers, la Desert Rose Band e la Tony Rice Unit. Regalatevelo senza indugi.

Rounder 0483 (Country Acustico, Bluegrass Moderno, 2001)

Maurizio Faulisi, fonte Country Store n. 62, 2002