Lynn Morris Band - The Lynn Morris Band cover album

Graditissima new entry nel panorama country, questa Lynn Morris Band si presenta con tutte le carte in regola per un successo clamoroso: due lead vocalist con bella voce e personalità (Lynn Morris e Marshall Wilborn), una sezione ritmica precisa e serrata (sempre loro due), e due fantastici strumentisti ad occuparsi degli assolo.
Tom Adams è ormai considerato ‘IL’ banjoista Scruggs-­style degli anni ‘90, e Ronnie McCoury è oggi un mandolinista sicuro tecnicamente e maturo stilisticamente (“Baby McCoury is the next man to watch”, mi disse il vecchio Doyle già otto anni fa), i loro breaks senza fronzoli ma con grinta e buon gusto sono uno dei punti di forza della band.
L’ascolto di questo CD, il primo del gruppo, è piacevole: tempi e atmosfere sono variati con intelligenza, e la scelta dei pezzi è perfettamente adeguata al suono vocale e strumentale della band (anche se avremmo volentieri fatto a meno dell’ennesima versione di Come Early Morning e di una piccola insulsaggine come Black Pony…).
La produzione è accurata senza cadere nel lezioso o nel sovraccarico, e il suono è ottimo. You’ll Get No More Of Me si aggiudica la palma della migliore canzone del CD nella mia classifica, grazie alle sue splendide armonie vocali tradizionalmente high and lonesome, e Tom Adams riesce a convincerci del fatto che è possibile comporre strumentali tradizionali negli anni ‘90.
Da una nuovo band non chiedo di più. ‘A must’.

Rounder 0276 (Bluegrass Tradizionale, 1990)

Silvio Ferretti, fonte Country Store n. 8, 1991

Ascolta l’album ora