Rick Derringer – Electra Blues cover album

Altra leggenda blues-rock di nuovo in azione, Rick Derringer, partner musicale di Johnny Winter e del fratello di John, Edgar Winter, per anni, con un CD nuovo di zecca in formazione a trio, con Brad Russell al basso, e Andy Doerschuk alla batteria.
Diciamo subito che abbiamo un altro ottimo disco di ‘powerful’ rock-blues; I Got Something To Say inizio alla grande, solista eccellente, voce potente ed aggressiva. Dello stesso livello anche Unsung Hero Of The Blues rock-blues alla Johnny Winter con Derringer che sfoggia tutto il suo talento. Electra Blues, la title track, un boogie-blues imperdibile, voce potente, roca e assolo super!
If It’s The Blues un bluesaccio sporco, tirato e corposo. Firebrand Rebel rock’n’roll-blues alla Chuck Berry. Blue Boogie e l’album decolla; un pezzo strumentale dove Rick Derringer mostra tutta la sua bravura maturata in tanti anni di militanza musicale.

Winteriana anche You Can’t Be Everywhere At Once, ascoltate le due parti strumentali fatte da Derringer, la ritmica e la solista, gran pezzo! Slow-blues per All I Want To Do Is Cry; si continua con Deeper In The Blues titolo azzeccato per un album che trasuda blues-feeling dall’inizio alla traccia finale.
L’interno del booklet di Electra Blues mostra un disegno di Rik Derringer nella più classica e genuina iconografia rock: moto di grossa cilindrata e Fender Strato al seguito, rock’n’roll blues all life long!
L’album si conclude con You Don’t Miss What You Never Had che ricorda certi shuffle alla Stevie Ray Vaughan, azzeccato finale per un’altra ottima novità rock-blues.
Rick Derringer è un grande professionista in stato di grazia che, con il ritorno negli ultimi anni dell’interesse per il blues, riaccende e tiene vivo un genere classico e vitale. Da avere.

Blues Bureau BB 2023-2 (Blues Rock, Roots Rock, 1994)

Paolo Burato, fonte Out Of Time n. 6, 1994