Ronnie Earl & The Broadcaster – Still River cover album

Sette album come leader, un numero importante di collaborazioni, otto anni con i Roomful Of Blues, la partecipazione a numerose sessions in casa Antone’s e Black Top, hanno fatto di Ronnie Earl una delle figure di primo piano della nuova generazione di chitarristi blues americani. Ronnie Earl si presenta con una nuova line-up: solo il bassista Rod Carey della vecchia compagine, per il resto Bruce Katz, piano e organo Hammond B-3, Per Hanson, batteria. La novità più grande è che la line-up non include nessuna voce: se un album strumentale come Still River non rappresenta sicuramente una novità, certamente questa lo è per il mondo del blues.
Earl esce da un lungo terribile tunnel di 10 anni di dipendenza dall’alcol e dalla droga, e questa tappa rappresenta la sua rinascita personale. La nuova opera lascerà indifferenti chi pensa che uno shutfle, una ballad o un downhome blues siano un veicolo riduttivo per essere creativi e nuovi ma non per chi è dell’idea che il sound creato da Ronnie Earl sia uno dei più originali espressi dalla sua vecchia etichetta, la Black Top.

Still River esprime un grande senso comunitario tra i musicisti, ed il fatto che sia registrato ‘live’ in studio enfatizza questa emozione. Il timbro della chitarra di Earl è superbo ed è proprio il caso di dire che si fa apprezzare in ogni singola nota, sia quando interpreta le sue composizioni, sia quando si cimenta in brani altrui come nel brano di John Coltrane, Equinox.
L’intesa del quartetto è eccellente e su tutti svetta il contributo alle tastiere di Bruce Katz. Naturalmente si ascoltano nella sua musica echi di Wes Montgomery, B.B. King, Otis Rush, ma è tale ormai la personalità di questo artista che questi echi sono solo il trampolino per mostrarci la sua unicità.
Un compact disc che non scalerà le classifiche di vendita, ma che ha il coraggio di superare gli schemi che qualche volta ci aspettiamo da una blues band, confermando Earl ai vertici della chitarra blues.

Audioquest AQ CD 1018 (Blues, 1993)

Umberto Tonello, fonte Out Of Time n. 1, 1993

Ascolta l’album ora