Carolina Tar Heels

Quando nell’estate del 1926 Doctor Coble Walsh, un maestro elementare conosciuto da tutti come Dock Walsh e che senza tanti giri di parole si faceva chiamare ‘The banjo king of the Carolinas’, giunse a Gastonia nel North Carolina per cercare nuovi posti in cui suonare, quasi di diritto entrò nei Four Yellowjackets, una band locale in cui ruotavano molti musicisti della città che alternavano il lavoro in fabbrica alle esibizioni in feste nei circoli ricreativi o qualche programmazione radiofonica.

Con grandi speranze i quattro giovanotti si recarono ad Atlanta nel febbraio del 1927 per un provino nelle session della Victor. Ralph Peer, il boss della casa discografica dal fiuto sopraffino fu categorico “Ragazzi insieme non avete nessun futuro, invece vedo bene Dock insieme all’armonicista Gwin Foster, se volete vi faccio registrare quattro pezzi”.

Fu così che nacquero, sul momento e per necessità, i Carolina Tar Heels. Le vendite furono soddisfacenti e il duo incise altri brani mettendo in evidenza la strabiliante e rocciosa tecnica di Gwin Foster alla chitarra e armonica. Il duo resistette giusto il tempo di qualche altra registrazione e alcuni spettacoli ma le distanze tra i due musicisti erano troppo vaste. Foster ci metteva un giorno di viaggio per raggiungere la casa di Walsh a Wilkes County nel nord est della Carolina. Era veramente difficile e costoso organizzarsi e visto che Gwin aveva trovato nuove registrazioni con Dave Fletcher in un duo chiamato Carolina Twins, Dock cercò nelle vicinanze un sostituto. Per ironia della sorte trovò un altro musicista con lo stesso cognome Garley Foster (nessuna parentela con Gwin) un altro cantante chitarrista e armonicista, famoso anche per saper imitare il fischio degli uccelli. Non c’era volatile delle Carolinas che non sapesse imitare con il suo fischiettio! I due continuarono ad avere un discreto seguito finché si aggiunse a loro Clarence Ashley che aveva accumulato la giusta esperienza con Byrd Moore.

Con la formazione a tre il gruppo de Carolina Tar Heels raggiunse il maggior successo con uno stile personale, spontaneo e fresco come una caramella balsamica come nei brani Rude And Rambling Man o The Train’s Done Left Me. Questa line-up la tennero fino al 1929 quando Ashley se ne andò per unirsi ad un medicine show. I due (Walsh e Foster) continuarono come duo fino alla loro ultima incisione del 1931 sotto il nome di Pine Mountain Boys.

Cambiarono formazione ancora e poi ancora quasi come succede per una rock band. Garley Foster insieme a Dock e suo figlio Drake incisero ancora un album negli anni sessanta per la Folk Legacy, ma era soltanto un velo di ricordi.
La Bear Family e la Old Homestead hanno pubblicato un album a loro nome come pure un CD nel cofanetto Mountain Frolic della JSP.

Roberto Menabò, Fonte TLJ, 2023