Brenda Lee

Brenda Mae Tarpley nasce ad Atlanta, Georgia, l’11 dicembre 1944, secondogenita di Grace Yarbrough e Ruben Tarpley, carpentiere e giocatore semi professionista di baseball che morirà prematuramente in un incidente di lavoro nel maggio del 1953.
Del 1949 è la prima esibizione pubblica di Brenda, in uno show amatoriale a Conyers, Georgia, che le procura una partecipazione fissa ad una stazione radio locale. Nel 1951 partecipa allo show TV Ranch della WAGA-TV, dove si mette in luce cantando il classico country Hey Good Lookin.
Rimasta vedova, la madre si risposa con Jay Rainwater e nel 1955 la famiglia si trasferisce prima a Cincinnati, Ohio, e poi ad Augusta, Georgia.
Nel 1956 per la presenza allo show Peach Blossom Special della TV WJAT usa per la prima volta il nome Brenda Lee, attribuitole dal produttore Sammy Barton.
Notata dalla star country Red Foley, diventa cantante fissa del suo show Ozark Jubilee, trasmesso dalla rete nazionale ABC-TV, e questo successo la porta, nel maggio 1956 a soli 11 anni, ad un contratto con la Decca.

Dalle prime sessions di luglio scaturisce un primo singolo con Jambalaya e Bigelow 6-200 e due brani a tema natalizio che faranno parte del secondo singolo, Crhristy Christmas e Gonna Lasso Santa Claus, pubblicato a ottobre.
Trasferitasi con la famiglia a Nashville, agli inizi del 1957 pubblica il 45 giri con Fairyland e One Step At A Time. Quest’ultimo brano presenta delle concessioni al R&R del periodo e segna il suo esordio nella classifica Pop, dove sale al 43° posto. Visti questi risultati, il singolo successivo contiene un vero e proprio R&R, Dynamite (solo n.72 Pop ad agosto), che sarà all’origine del soprannome Little Miss Dynamite’, volto a sottolineare la potente ed esplosiva voce esternata dalla minuta e gracile Brenda.
Mentre le uscite successive non hanno particolari risultati, nonostante vi siano brani interessanti come Ring-A-My-Phone e Rock The Bop, nel marzo 1959 Brenda attraversa l’Atlantico per esibirsi dapprima al prestigioso Olympia di Parigi e poi in Germania, Italia e Inghilterra.

A dicembre la pubblicazione della ballata Sweet Nothin’s; scritta da Ronnie Self, diventa la sua prima entrata nei Top Ten con un eccellente n.4 Pop ai primi del 1960. Il titolo è un cambio di direzione dell’artista che si allontana dal country contaminato dal rock’n’roll per privilegiare brani di stampo pop. La scelta è azzeccata e I’m Sorry, una lenta e vellutata ballata che fa impazzire i teenager, diventa uno dei maggiori successi del 1960, rimanendo durante l’estate per 3 settimane al n.1, mentre l’altro lato del singolo That’s All You Gotta Do, scritto da Jerry Reed, entra anch’esso in classifica arrivando al n.6. Ottimi riscontri di vendita ottengono anche I Want To Be Wanted, cover dell’italiana Per Tutta La Vita, nonché secondo n.1 a ottobre 1960, e la ristampa natalizia di Rockin’ Around The Christmas Tree, originariamente pubblicato nel 1958. Dopo Emotions (n.7 Pop ai primi del 1961) Brenda affronta una cover di You Can Depend On Me, titolo di Louis Armstrong del 1932, che sale al n.6 Pop ad aprile. Ormai non sbaglia più un colpo e molti dei singoli successivi salgono nelle zone alte delle classifìche, come Dum Dum (n.4) e Fool n.1 (n.3).

Durante l’estate del ’61 con la famiglia si trasferisce a Hollywood dove completa gli studi presso la Hollywood Professional School. Del periodo è anche la partecipazione al misconosciuto film Two Little Bears. Intensa è anche l’attività `on the road’, con frequenti tournées all’estero, soprattutto Australia e Gran Bretagna, e la partecipazione alla Caravan Of Stars’, spettacolo itinerante di Dick Clark.
Tra il 1962 e il 1964 sono ben ventitre le sue canzoni che entrano in classifica, tra le quali spiccano i Top Ten Break It To Me Gently (n.4), Everybody Loves Me But You (n.6), ancora composta da Ronnie Self, All Alone Am I (n.3) e Losing You (n.6). Nell’aprile del 1963 si sposa con Charles Ronald ‘Ronnie’ Shacklett e rinnova il contratto con la Decca per altri venti anni. Come tante altre star americane, nel 1964 con l’invasione dei gruppi inglesi trova difficoltà a ritagliarsi spazi nelle classifiche nonostante riesca a proporre delle buone produzioni come Thanks A Lot (1965), cover di un brano country di Ernest Tubb, Too Many Rivers (1965) e Coming On Strong (1966).

Nel 1967 riduce sensibilmente l’attività concentrandosi sulla famiglia, in quanto già madre di Julie nata nel 1964, e poi di Jolie nel 1969.
Ripresa la carriera in ambito country, nella primavera del 1973 ottiene ancora una presenza in classifica con Nobody Wins di Kris Kristofferson. Negli anni successivi continua ad esibirsi ed è spesso presente nei concerti dei circuiti revivalistici di R&R ed in quelli benefici organizzati dall’associazione Farm Aid di Willie Nelson.
La recente elezione alla Rock’n’Roll Hall Of Fame è un meritato riconoscimento a questa eccellente artista ancora professionalmente attiva negli anni 2000.

DISCOGRAFIA ITALIANA
N.B. I dischi EP e LP Brunswick /Siemens sono edizioni tedesche importate. l dischi LP Brunswick/Decca sono edizioni inglesi importate.

45 giri
Bigelow 6-200/Rock the bop – Fonit SP 50119 (6.1959)
Dynamite/Love you ‘till I Die – Fonit SP 50120 (6.1959)
Ain’t that love/One teenager to another –
Fonit SP 50121 (6.1959)
Hummin` the blues over you/Bill Bailey won’t you please come home – Fonit SP 50130 (9.1959)
The stroll/Ring-a-my phone –
Fonit SP 50146 (11.1959)
Let’ s junmp the broomstick/Some of these days – Fonit SP 50178 (2.1960)
Sweet nothin’s/Baby face –
Fonit B 12194 (4.1960)
Sweet nothin’s/Weep no more my baby – Fonit SP 50206 (4.1960)
I’m sorry/That’s all you gotta do –
Fonit SP 50238 (9.1960)
I want to be wanted/Be my love again –
Fonit SP 50242 (1960)
Let’s jump the broomstick /Some of these days –
Brunswick/Siemens NB 12177 (4.1961) Sweet nothin’s/Baby Face – Brunswick/Siemens NB 12194 (2.1961)
Emotions/I’m learning about love – Brunswick/Slemens NB 12227 (3.1961)
You can depend on me/It’s never too late – Brunswick/Siemens NB 12231 (6.1961)
Teach me tonight/Hallelujah I love him so – Brunswick/Siemens NB 12232 (7.1961)
Dum dum/Eventually – Brunswick/Siemens NB 12233 (8.1961)
Fool n.1/Anybody but me – Brunswick/Siemens NB 12237 (12.1961)
Break it to me gently/So deep – Brunswick/Siemens NB 12244 (2.1962)
Sono sciocca/Nulla di me – Brunswick/Siemens NB 12957 (2.1962)
Everybody loves me but you/Speak to me pretty – Brunswick/Siemens NB 12247 (1962)
Save all your lovin’ for me/All alone am I – Brunswick/Siemens NB 12254 (12.1962)
Losing you/He’s so heavenly – Brunswick/Phonogram NB 12263 (5.1963)
I wonder/My whole world is fallin’ down – Brunswick/Phonogram NB 12267 (9.1963)
As usual/Kansas City – Brunswick/Phonogram NB 12274 (4.1964)
Think/The waiting game – Brunswick/Phonogram NB 12276 (7.1964)
It is true/What’d I say – Brunswick/Phonogram NB 12288 (11.1964)
Coming up strong/You keep coming back to me – Brunswick/Decca B 05967 (11.1966)
Kansas City/Can’t take my eyes off you – BrunswicklDecca B 06205 (10.1968)

EP
Little Brenda Lee – Fonit EPB 10172 (8.1960)
Little Brenda Lee – Fonit EPB 10175 (9.1960)
Brenda Lee – Fonit EPB 10183 (5.1960)
I’m Sorry – Brunswick/Siemens EPB 10187 (1.1961)
I Want to Be Wanted – Brunswick/Siemens EPB 10189 (1961)
Emotions – Brunswick/Siemens EPB 10205 (3.1961)
You Can Depend on Me – Brunswick/Siemens EPB 10211 (6.1961)
Dum Dum – BrunswicklSiemens EPB 10212 (8.1961)
Fool n.1 – BrunswicklSiemens EPB 10213 (11.1961)
Break It to Me Gently – Brunswick/Siemens EPB 10225 (5.1962)

LP
Brenda Lee – BrunswicklSiemens LPBM 87039 (1.1961)
All the Way – Brunswick/Siemens LPBM 87054/SLPBM 267054 (12.1 961)
Sincerely – Brunswick/Siemens LPBM 87064/SLPBM 267064 (4.1962)
That’s All Brenda – Brunswick/Phonogram LPBM 87080/SLPBM 267080 (5.1963)
My Greatest Songs – Brunswick/Phonogram LPBM 87088 (11.1963)
Ali Alone Am I – Brunswick/Phonogram LPBM 87100 (11.1963)
Brenda Lee Sings Top Teen Hits – Brunswick/Phonogram LPBM 87118/SLPBM 267118 (5.1965) Brenda Lee Sings Top Teen Hits – Brunswick/Decca LAT 8603 (7.1966)
The Versatile Brenda Lee – BrunswicklDecca LAT 8614 (3.1966)
Too Many Rivers – Brunswick/Decca STA 8622 (4.1966)
Bye Bye Blues – Brunswick/Decca LAT 8649 (8.1966)
Coming On Strong – Brunswick/Decca LAT 8672 (4.1967)
By Request – Coral/Ducale COPS 7060 (1971)
Brenda Lee – MCA/Ducale SIR/VAL SV 7007 (1971)

Roberto Arioli, Augusto Morini, fonte Jamboree n. 51, 2006